Placeholder Picture

arredare la cucina stile classico

inserisci il tuo banner
fai da te
shop
servizi
contatti



Arredare la cucina


La cucina è il cuore della casa, il luogo che, più di tutti, deve esprimere e rispettare la personalità di chi la vive. In cucina la famiglia si riunisce, mangia, si racconta, fa progetti. Renderla una stanza confortevole, in linea con messaggi positivi di convivialità e benessere, è un imperativo. Senza dimenticare, naturalmente, la praticità, visto che la cucina è anche la stanza in cui si lavora di più, dove si preparano i cibi e dove si trascorre gran parte del tempo libero. Esistono diverse opzioni di arredamento da vagliare, quando si deve arredare o ri-arredare una cucina, tutte con innegabili vantaggi. Non resta altro che scegliere quella che più si avvicina al proprio concept di famiglia e cuore pulsante della casa.

La cucina arredata in stile classico


Quando si parla di cucina classica accorrono alla mente immagini di grandi ambienti in legno e muratura, colori caldi e mobili grossi, robusti, ben piantati a terra e dall'aspetto vissuto, ma di chi ha ancora tanto da dare e da vivere. In effetti, tutt'oggi, lo stile classico ricalca l'artigianato di una volta, quando le cucine duravano per tutta la vita, pur usate e sfruttate quotidianamente al massimo. Il concetto di cucina classica odierno prevede l'uso del legno, nobile materiale, il più pregiato tra quelli proposti dal mercato dall'edilizia domestica. Se si ama lo stile classico non si può non apprezzare il mobilio in legno, preferibilmente chiaro e luminoso: quercia, pioppo, faggio, noce, canary, olmo o ciliegio, principalmente. Per quanto riguarda i legni neri, molto belli ed eleganti, non si addicono particolarmente alle cucine, che dovrebbero essere solari e calde. L'eccezione è concessa, in caso di ambienti molto grandi e spaziosi: in quel caso, il colore scuro del mobilio non rischierebbe di incupire tutto il contesto. La cucina in stile classico prevede mobili grandi, molto spaziosi ed abbondanza: tutte le pareti vengono occupate, gli spazi vuoti funzionalizzati con pensili e grosse mensole. Le linee sono, tendenzialmente, curve e opulente, le ante valorizzate da intagli, decori e disegni direttamente su legno. In una cucina classica, solitamente, il frigo è incassato e gli elettrodomestici sono grandi e discreti, molto minimalisti nell'estetica, anche se di ultima e nuova tecnologia. I colori tipici dei complementi d'arredo di una cucina che vuole ricordare quelle di una volta sono il rosso, il bianco e il giallo. Quindi tende, cuscini per le sedie, presine e canovacci dovrebbero richiamare queste tonalità che, tra l'altro, si sposano benissimo con il biondo dei legni chiari. Lavello, rubinetteria e pomellerie dovrebbero essere di materiale antico e pregiato. L'acciaio inox, nelle cucine classiche, non si addice particolarmente: meglio la ceramica bianca, la rubinetteria profilata in oro, rame o bronzo e i pomelli, se non in legno, in ottone. Per le pareti, sono indicati il classico bianco o, se si vuole osare un po' di più, il crema o il rosso mattone.







cucina clasica




idraulico beltrutti +39 335 69  14 229
                                                                                                                                                      inserisci il tuo banner                                                                                                                                                     








Social IconSocial Icon